3 settembre 2006

Aguirre, furore di Dio (W. Herzog, 1972)

Aguirre, furore di Dio (Aguirre, der Zorn Gottes)
di Werner Herzog – Germania 1972
con Klaus Kinski, Helena Rojo
***1/2

Rivisto in DVD, con Elisabeth e i suoi, in originale con sottotitoli.

È il primo dei cinque film girati da Herzog con Klaus Kinski, e ancora adesso uno dei suoi film migliori (sarà la terza o quarta volta che lo rivedo). Estremo e visionario, narra della folle spedizione di un manipolo di conquistadores spagnoli alla vana ricerca del mitico Eldorado. Dopo una difficile traversata fra le montagne, un gruppo di soldati viene incaricato da Pizarro di percorrere un fiume a bordo di zattere. La febbre, la follia e gli indios li decimeranno, anche se l'ambizione e la forza di Aguirre non si lasceranno fermare da nulla: indimenticabili le immagini del condottiero, rimasto solo sulla zattera, circondato da centinaia di scimmiette e in preda a deliri di onnipotenza ("strapperò il Messico a Cortez, sposerò mia figlia e darò vita a una stirpe pura e immortale… io sono il furore di Dio!"). Quasi tutto il fascino del film è dovuto a due sole componenti, la stupefacente ambientazione fluviale-amazzonica e il carisma di Kinski, i cui innumerevoli primi piani possiedono una forza dirompente. Pare che spesso improvvisasse, senza un copione, e Herzog naturalmente lo lasciava fare. Comunque ottimo anche il resto del cast, i costumi, gli intermezzi con gli indios e le musiche dei Popol Vuh.

6 commenti:

Christian ha detto...

Nota: un giorno o l'altro dovrò compilare una lista dei film di ambientazione fluviale, che mi sembra possiedano qualità e caratteristiche proprie, ben diverse da quelle delle pellicole "on the road". Ovviamente del genere non possono non far parte capisaldi come "Aguirre", "Fitzcarraldo", "Apocalypse Now", "Quel tranquillo week-end di paura"...

deliriocinefilo ha detto...

gli preferisco ancora fitzcarraldo

Christian ha detto...

Beh, sono d'accordo: per me "Fitzcarraldo" è il capolavoro di Herzog. Ma "Aguirre" viene subito dopo, e ha una potenza e una visionarietà non da poco.

marco c. ha detto...

non ho mai visto Fitzcarraldo. di cosa tratta? (aguirre non mi sembrava granchè. dovrò rivederlo)

Christian ha detto...

"Aguirre" ha un fascino tutto suo: rivedilo!
"Fitzcarraldo" parla di un altro personaggio eccentrico e larger-than-life (sempre Kinski), appassionato di musica lirica, che vuol costruire un teatro dell'opera in mezzo alla foresta amazzonica. Per finanziare l'impresa, si lancia nel mercato della gomma. E mentre sta percorrendo il fiume con la sua nave, decide di risparmiare tempo facendo trasportare la nave *via terra* dagli indios, su e giù per una collina... Indimenticabile! ^^

marco c. ha detto...

il problema con Herzog è che ho visto i suoi film in overdose tutti insieme e quindi non mi sono piaciuti. devo rivederli con calma. cmq ho delle lacune