3 giugno 2014

Diverso da chi? (Umberto Carteni, 2009)

Diverso da chi?
di Umberto Riccioni Carteni – Italia 2009
con Luca Argentero, Claudia Gerini
*1/2

Visto in divx, alla Fogona.

In "una città di destra del nord" (non viene detto, ma è Trieste) il partito di centrosinistra è costretto a candidare come sindaco un giovane militante gay (Argentero), dopo che il vincitore delle primarie, il candidato dal volto rassicurante, è stato messo fuori gioco da un infarto improvviso. Per renderlo più "presentabile" all'elettorato, gli viene affiancata come possibile vicesindaco una "centrista di ferro" (Gerini): tanto lui è progressista e aperto alle differenze, tanto lei è conservatrice e a favore delle famiglie tradizionali. I punti in comune sono pochi e lo scontro sembra inevitabile, con gravi danni sulla campagna elettorale. E invece, nonostante l'ostilità iniziale, i due finiscono con l'andare d'amore e d'accordo: persino troppo, visto che tra loro nasce una relazione sentimentale clandestina che metterà in crisi le rispettive identità e valori. Soggetto (di Fabio Bonifacci) schematico, personaggi costruiti a tavolino e dalla caratterizzazione "disinvolta", situazioni inverosimili, assenza di battute memorabili, per un film che vorrebbe fuggire dai luoghi comuni (l'intento era quello di mettere in scena "la diversità nella diversità" e di denunciare come i pregiudizi possano funzionare anche all'incontrario) ma che paradossalmente vi affonda invece a piene mani. E se la satira politica sullo sfondo è assai superficiale, anche i temi personali o sociali (l'identità sessuale, la famiglia allargata), vero fulcro del film, sono trattati con tale leggerezza da risultare implausibili e rischiando di scontentare un po' tutti. Filippo Nigro interpreta il compagno del protagonista, Francesco Pannofino è il candidato rivale di centrodestra. Confezione mediocre ed esordio alla regia senza guizzi per Carteni.

0 commenti: