29 maggio 2006

La lettera scarlatta (Wim Wenders, 1973)

La lettera scarlatta (Der scharlachrote Buchstabe)
di Wim Wenders – Germania 1973
con Senta Berger, Hans Christian Blech, Lou Castel
**

Visto sabato in DVD con Martin, in originale con sottotitoli.

Approfittando delle ottime edizioni in DVD della Ripley, io e Martin abbiamo deciso di dare inizio a una piccola rassegna di Wim Wenders, guardando tutti i suoi film almeno fino ai primi anni novanta. Avremmo dovuto cominciare con "Prima del calcio di rigore", ma il DVD di questa pellicola non è ancora uscito e non ne abbiamo più una copia su VHS. Perciò, si inizia con il secondo titolo della serie, forse un po' atipico per il regista: storia e ambientazione sembrerebbero più nelle corde di un Werner Herzog, per esempio. Lo stesso Wenders, nel commento presente sul disco, conferma che "il secondo film della filmografia di un regista è il più difficile" e ammette di aver avuto molti problemi durante la lavorazione, non ultimo il fatto di non aver potuto girare nelle location desiderate e con gli attori voluti. Le vicende del romanzo di Nathaniel Hawthorne, che in teoria si svolgono in un villaggio puritano del New England, negli Stati Uniti nord-occidentali, al tempo dei primi insediamenti europei, sono state trasposte sulla costa della Spagna usando scenografie riciclate da spaghetti western italiani! Il risultato non è perfetto e i personaggi poco approfonditi, ma mi è piaciuta comunque la capacità di trasmettere l'atmosfera cupa e oppressiva e il senso di condanna morale della storia originale, oltre che il rapporto fra l'uomo e la natura incontaminata che fa da sfondo, quasi ignorata, alle vicende. In ogni caso meglio della pessima versione del 1995 con Demi Moore e Gary Oldman.

0 commenti: