26 aprile 2006

Last days (Gus Van Sant, 2005)

Last days (id.)
di Gus Van Sant – USA 2005
con Michael Pitt, Lukas Haas, Asia Argento
*1/2

Visto in DVD alla Fogona.

Da Van Sant mi aspettavo di meglio ("Elephant" mi era piaciuto parecchio), invece questo film mi ha profondamente deluso. E non perché sia girato male: anzi, la regia è ottima, così come la fotografia (merito anche della splendida location, una grande villa immersa nei boschi e nella campagna che, fatte le debite proporzioni, mi ha ricordato la Fogona). Bella anche la scelta di ripetere molte scene da un punto di vista o da un'angolazione di poco diversa, cambiando solo alcuni piccoli dettagli, per comunicare allo spettatore la sensazione delle giornate che si ripetono sempre uguali. Il problema è che ho trovato estremamente noioso seguire le vicende di un personaggio così vuoto e catatonico, che non fa mai niente e non reagisce a quello che (non) succede attorno a lui. Non sapendo poi assolutamente nulla di Kurt Cobain o dei Nirvana (e non avendo il minimo interesse per l'argomento), non ho idea di quanto il film sia fedele alla storia del cantante. Ma francamente non che me ne importi poi molto.

4 commenti:

mela ha detto...

accidenti ti sei subito messo al lavoro!
infaticabile
ben tornato

Christian ha detto...

Grazie ^_^;

Veramente questo blocco di film è il frutto delle visioni sul portatile durante le ferie dei giorni scorsi, in Liguria (lì non ho nemmeno la televisione): e a dire il vero mi ero portato molti più DVD, ma poi la natura, gli amici, i cani, i MALEDETTI rovi da zappare, mi hanno impegnato più del previsto...

Valia ha detto...

be' dai non credo che sia poi così male farsi coinvolgere dall'ambiente che ci circonda, piuttosto che restare rintanati in casa incollati a uno schermo ^^'

Christian ha detto...

Hai ragione, Valia, anche se naturalmente anche uno schermo fa parte dell'ambiente che ci circonda... ma quando dico che avrei voluto vedere più film, parlo dal punto di vista di questo blog, che si nutre esclusivamente di visioni cinematografiche o casalinghe.
Vorrà dire che per compensazione darò presto vita anche a un altro blog, anzi a un photoblog, per illustrare le bellezze naturali della Fogona!