12 aprile 2006

Inside man (Spike Lee, 2006)

Inside Man (id.)
di Spike Lee – USA 2006
con Denzel Washington, Clive Owen, Jodie Foster
***

Visto al cinema President.

È un heist movie, un "film di rapina", sottogenere cinematografico che vede in "Quel pomeriggio di un giorno da cani" (citato esplicitamente nei dialoghi) il suo campione riconosciuto. Avrebbe dovuto dirigerlo Ron Howard, e già questo rivela che si tratta di un film su commissione, non di un'opera "personale" come quelle precedenti di Spike Lee, anche se l'autore riesce comunque a inserire qua e là lievi accenni alle tematiche a lui care (l'integrazione, l'intolleranza). Il risultato è eccellente: come thriller funziona molto bene, grazie anche alla sceneggiatura precisa come un orologio che mantiene tensione e suspense fino alla fine. Il regista mostra tutta la professionalità accumulata in anni di esperienza, e surclassa i tentativi recenti di fare film di questo tipo (schifezze come "Ocean's Eleven", "Codice Swordfish", e via dicendo).
Di solito non vado matto per Spike Lee. Lo trovo un po' manicheo nelle sue tesi ed argomentazioni. "La venticinquesima ora" resta per me il suo film più bello, ma questo, pur non avendone la profondità né lo spessore psicologico, mi è piaciuto altrettanto e mi ha tenuto inchiodato alla poltrona fino all'ultimo fotogramma. Peccato che molte trovate venissero svelate già nel trailer (che pure è stata la molla che mi ha spinto ad andare a vederlo al cinema!).

0 commenti: