11 novembre 2007

Die hard - Vivere o morire (L. Wiseman, 2007)

Die hard – Vivere o morire (Live free or Die hard)
di Len Wiseman – USA 2007
con Bruce Willis, Justin Long
**

Visto con Hiromi, al cinema Colosseo.

Un'organizzazione di terroristi informatici (di cui fa parte anche Maggie Q) attacca i sistemi di sicurezza degli Stati Uniti, mandandoli in tilt. A risolvere la situazione, nonostante di computer e telecomunicazioni ci capisca ben poco, è ancora una volta l'indistruttibile Bruce Willis, che stavolta deve anche proteggere l'incolumità di un giovane hacker e della propria figlia. Registicamente mediocre, il film (quarto di una serie di cui ho visto solo il primo) mi ha ricordato le pellicole di cui proprio McTiernan (il regista del primo "Die Hard") si prendeva gioco in "Last Action Hero". Sono passati quindici anni, ma un certo tipo di cinema d'azione non sembra aver fatto molti passi in avanti. La tensione e il ritmo reggono fino alla fine, ma di nuovo, di intelligente o di interessante c'è davvero ben poco. Particina per Kevin Smith nella parte di un hacker appassionato di "Guerre stellari".

2 commenti:

Francesco ha detto...

Già che il ritmo e la tensione reggano per tutto il film non è poco (vedi l'ultimo James bond) e poi se proprio non c'è intelligenza e novità pazienza... In realtà il film non può essere preso sul serio e fa davvero sorridere la quantità di situazioni estreme da cui il protagonista (ma anche talvolta alcuni antagonisti) escono illesi -appunto "Die Hard"-. Ridicoli anche i riferimenti al mondo dell'informatica. Però, dai, con un bel cesto di pop-corn e una bibita ... ^_^

Christian ha detto...

Hai ragione, mi hai convinto, sono stato troppo cattivo... :-) Ed è sempre divertente vedere come un uomo solo riesca a sconfiggere tutta l'organizzazione nemica mentre i servizi segreti non combinano nulla e arrivano solo quando tutto si è concluso, dicendo poi a Bruce Willis "Grazie dell'aiuto"... Aiuto? Ma se ha fatto tutto lui!