18 ottobre 2006

L'alba dei morti dementi (E. Wright, 2004)

L'alba dei morti dementi (Shaun of the dead)
di Edgar Wright – Gran Bretagna 2004
con Simon Pegg, Kate Ashfield, Nick Frost
***

Rivisto in DVD, con Valeria e Martin.

Il genere zombi alla Romero mi piace molto, e questa parodia ne fonde perfettamente i tratti caratteristici con quelli dell'umorismo britannico e della commedia sentimentale. La prima parte, nella quale il protagonista non si rende conto dell'invasione in atto perché troppo preso dai suoi problemi quotidiani, è davvero esilarante. La regia non perde occasione per sottolineare paralleli ironici fra l'apatia degli zombi e quella dei "normali" esseri umani. Persino i classici momenti costruiti per far sussultare gli spettatori, con la comparsa improvvisa di una possibile minaccia proveniente da fuori campo, sono sempre associati a situazioni del tutto innocue. La seconda parte si dipana invece più sullo stile di un classico zombie movie, con i protagonisti asserragliati in un luogo chiuso e alle prese con orde di mostri, anche se non mancano gag e battute fino al finale. Chi ama Romero non potrà non restarne affascinato, anche se il film brilla comunque di luce propria, con situazioni spassose e personaggi tremendamente inglesi. Il successo del film ha lanciato le carriere del regista Edgar Wright e del protagonista Simon Pegg, che in seguito torneranno a collaborare in altre pellicole comico-parodistiche ("Hot Fuzz", "La fine del mondo").

3 commenti:

Valia ha detto...

"i classici momenti costruiti per far sussultare gli spettatori"

se poi lo spettatore sono io, aiuto... ^^'

Martin ha detto...

La cosa più divertente è che la tua idea era di vedere un "bel" film.
Invece ci siamo visti due film "sgangherati" in uno, la commedia demenziale e l'horror.
Comunque ne è valsa la pena, niente che faccia gridare al miracolo, ma "vale il prezzo del biglietto".

ps. mi devono arrivare altri due film di Bava... ;)

Carlo ha detto...

Geniale, ricco di idee, esilerante quando per passare in mezzo agli zombie, li imitano; micidiale la scena in cui tentano di disfarsi di uno zombie picchiandolo con le stecche da biliardo al ritmo della canzone dei Queen; ferocissimi gli spettacoli televisivi alla fine del film che utilizzano zombie nei giochi. E tante altre piccole e grandi cose. Un piccolo gioiello per appassionati.