18 giugno 2017

L'amant d'un jour (Philippe Garrel, 2017)

L'amant d'un jour
di Philippe Garrel – Francia 2017
con Esther Garrel, Louise Chevillotte
**

Visto al cinema Colosseo, in originale con sottotitoli
(rassegna di Cannes).

Gilles (Éric Caravaca), professore universitario di filosofia, ha una tresca con Ariane, una delle sue studentesse. Quando sua figlia Jeanne, mollata dal fidanzato, si presenta a casa sua in cerca di ospitalità, fra le due ragazze – che sono coetanee – nasce un'amicizia che porta a confidenze e segreti repiproci... Philippe Garrel, come sempre, gira come se fossimo ancora negli anni sessanta e in piena Nouvelle Vague: bianco e nero, voce narrante fuori campo (femminile e letteraria), attenzione al mondo degli adolescenti ribelli. Negli ultimi tempi, se non altro, sembra avere imparato a fare film corti, meno ambiziosi e meno noiosi per lo spettatore. Questo, pur gradevole, è però esilissimo e innocuo, infila una serie di banalità (dette da personaggi banali) sull'amore e l'infedeltà e, nonostante l'interessante spunto iniziale, non va da nessuna parte e lascia il tempo che trova. Lo salvano l'atmosfera retrò e la freschezza del volto di Louise Chevillotte, che interpreta la lentigginosa Ariane. Anziché il figlio Louis, questa volta Garrel fa recitare la figlia Esther (nel ruolo di Jeanne).

0 commenti: