7 giugno 2014

Vienna di Strauss (Alfred Hitchcock, 1934)

Vienna di Strauss (Waltzes from Vienna)
di Alfred Hitchcock – GB 1934
con Esmond Knight, Jessie Matthews
*1/2

Visto in divx, in lingua originale.

Il giovane Johann Strauss, aspirante compositore, sogna di affrancarsi dall'ingombrante figura del padre, il musicista più celebre di Vienna ma a lui profondamente ostile. Otterrà il successo con il "Bel Danubio blu", valzer composto grazie all'ispirazione della fidanzata Rasi e al sostegno della Contessa Helga. Durante il primo periodo della sua carriera in Inghilterra, Hitchcock ha girato diverse commedie romantiche, melodrammi o pellicole che comunque esulano dai generi a lui più congeniali del thriller e della suspence. Ma questo, tratto da una commedia musicale di due anni prima, è forse il titolo più atipico della sua filmografia (nonché il suo "punto più basso" secondo lo stesso regista, che ricorda di averlo realizzato soltanto perché in quel periodo non aveva altri lavori per le mani). La verosimiglianza storica è un optional (nella realtà, il celebre valzer fu composto quando Strauss padre era già morto da tempo), le fiacche scene romantiche (con il triangolo fra Strauss junior e le due donne) si alternano ad altre che si rifanno alla comicità slapstick (l'incipit con il carro dei pompieri) e la recitazione è altalenante (il protagonista Esmond Knight sembra spesso a disagio: meglio le due controparti femminili – Jessie Matthews e Fay Compton – nonché Edmund Gwenn nei panni del padre). Il tutto in un clima da "operetta" non particolarmente accattivante, anche se alcuni comprimari (come il geloso marito della Contessa) riescono a strappare qualche sorriso. La lavorazione servì comunque a sir Alfred per mettere a punto diverse tecniche legate all'utilizzo della musica in fase di montaggio.

0 commenti: