20 maggio 2010

Save the green planet! (Jang Joon-hwan, 2003)

Save the green planet! (Jigureul jikyeora!)
di Jang Joon-hwan – Corea del Sud 2003
con Shin Ha-kyun, Baek Yun-shik
*1/2

Visto in DVD, in originale con sottotitoli inglesi.

Un pazzo lunatico, convinto che la Terra sia minacciata dagli alieni, rapisce il presidente di un'importante industria chimica e lo rinchiude nel suo casolare di montagna. Ritiene infatti che l'uomo sia un extraterrestre camuffato da umano e che l'unico modo per salvare il pianeta consista nel convincerlo a contattare telepaticamente "il principe di Andromeda" prima della prossima eclissi lunare. Un detective che indaga sul caso scopre che il rapitore ha già ucciso diverse persone, tutte collegate a tragici eventi del suo passato. L'ambiziosa opera prima di Jang è essenzialmente una stupidaggine, un tentativo malriuscito di fondere generi diversi (la commedia, il thriller, il grottesco, la fantascienza) col risultato di fallire su più fronti e di non convincere nemmeno quando vuol parlare seriamente di malattie mentali o di drammi personali. Vista una certa originalità nel soggetto, la pellicola avrebbe forse potuto salvarsi se il regista avesse messo da parte l'approccio postmoderno e avesse scelto di insistere di più su un unico registro, per esempio quello comico. Invece i pochi tentativi di umorismo sono goffi e non fanno ridere, l'elemento melodrammatico (la madre in coma) è grossolano, le scene di tortura e i tentativi di stimolare la suspence si limitano a copiare malamente "Misery", e come se non bastasse ci sono pure pretenziose citazioni di "2001: Odissea nello spazio". Il finale a sorpresa, poi, è assurdamente fuori posto. Nel cast, assai disomogeneo per qualità, il migliore è il "rapito" Baek Yun-shik.

0 commenti: