5 febbraio 2009

Baober in love (Li Shaohong, 2004)

Baober in love (Lian ai zhong de Bao Bei)
di Li Shaohong – Cina 2004
con Zhou Xun, Chen Kun
*1/2

Visto in divx, in originale con sottotitoli.

Bao Bei, una ragazza misteriosa e un po' pazza, trova per caso una videocassetta nella quale un uomo confessa tutta la propria insoddisfazione per la vita che conduce. Decide così di introdursi nella sua esistenza, spingendolo ad abbandonare la moglie che non ama e a riallacciare i rapporti con i genitori, e inizia insieme a lui una storia d'amore. Ma gli eventi precipiteranno quando i disturbi psicologici della ragazza, traumatizzata perché da piccola i genitori le avevano detto per scherzo di averla trovata nella spazzatura, prenderanno il sopravvento. Un film bizzarro, confuso, caotico, visivamente stravagante ma non del tutto riuscito, che nella prima parte sembra quasi una versione cinese de "Il favoloso mondo di Amelie" (anche per la fotografia colorata e l'atmosfera onirica, con occasionali effetti speciali). Ma poi il mondo surreale e leggero delle prime sequenze cede il posto agli incubi e all'oscurità, sfociando in un finale patologico e agosciante. E i personaggi restano sempre emotivamente distanti dallo spettatore. Da salvare rimangono alcune scene a forte connotazione simbolica (come quella in cui Bao Bei vede i palazzi innalzarsi attorno a lei, segno dei cambiamenti in corso nel suo paese). La regista è una donna, cosa curiosa per una pellicola cinese.

0 commenti: