8 maggio 2007

Braveheart (Mel Gibson, 1995)

Braveheart - Cuore impavido (Braveheart)
di Mel Gibson – USA 1995
con Mel Gibson, Sophie Marceau
**

Rivisto in DVD con Hiromi.

La storia di William Wallace, patriota ed eroe della ribellione scozzese contro l'occupazione inglese di re Edoardo I Plantageneto a cavallo fra il tredicesimo e il quattordicesimo secolo. Va subito detto che l'unico vero pregio del film sono le magnifiche battaglie (in particolare la prima, quella di Stirling), girate in maniera realistica, viva e coinvolgente, e che hanno costituito un punto di riferimento per pellicole "medievali" successive che peraltro ho gradito molto di più, come la "Giovanna d'Arco" di Luc Besson e "Il signore degli anelli". Per tutto il resto, invece, il film non mi è mai sembrato nulla di speciale sin dalla prima volta che lo avevo visto (anche se stavolta, a dire il vero, mi è piaciuto un po' di più). Gli eventi storici sono estremamente semplificati e schematizzati, e la loro verosimiglianza lascia parecchio a desiderare (lo stesso Gibson ammise che numerosi elementi, come la relazione con la regina Isabella, furono aggiunti di sana pianta per rendere il tutto più romanzato e avvincente). I personaggi sono prevedibili e mai indagati in profondità: su tutti lo stesso Wallace, personaggio monolitico che non mostra mai un dubbio o un ripensamento, e i suoi seguaci più fedeli, nulla più che macchiette. L'unico character un po' "ambiguo", Robert Bruce, è fondamentalmente un debole e un inetto. La Marceau è bella, ma il suo ruolo nella storia avrebbe potuto essere tagliato senza troppe conseguenze. Buono e convincente, invece, il re Edoardo I interpretato da Patrick McGoohan. La prima mezz'ora, prima che scoppi la rivolta, è davvero noiosetta, mentre poi la storia si lascia seguire giusto perché si parteggia per i "buoni", e non per particolari qualità cinematografiche.

0 commenti: