10 aprile 2007

Perché un assassinio (A. Pakula, 1974)

Perché un assassinio (The parallax view)
di Alan J. Pakula – USA 1974
con Warren Beatty, Paula Prentiss
**

Visto in DVD.

Un giornalista indaga sull'omicidio di un senatore e, soprattutto, sulle "morti misteriose" di tutti coloro che avevano assistito all'episodio. Scoprirà l'esistenza di una misteriosa società segreta che sta arruolando un esercito di assassini. Un discreto thriller di fantapolitica col quale Pakula sembra fare le prove generali per "Tutti gli uomini del presidente": in entrambi i film, infatti, si parla di giornalisti che indagano su un complotto di natura politica. Ma se lì era tutto vero e c'erano toni da documentario, qui siamo nel campo della fantasia e dei thriller d'azione. E se la tensione e la suspence non sono male (molto bella, per esempio, la sequenza dell'aereo in cui Warren Beatty si rende conto che c'è una bomba a bordo e deve avvertire in qualche modo le hostess senza esporsi in prima persona), alla fine sono rimasto un po' insoddisfatto. La sceneggiatura infatti non tira le fila della vicenda, e la conclusione sembra giungere quasi per caso all'interno di una sequenza che riflette sì quella di apertura, ma non sembra affatto più importante o fondamentale delle tante che l'hanno preceduta. La pellicola ha comunque una bella atmosfera anni settanta e presenta evidenti rimandi all'assassinio di Kennedy, ma francamente non ho troppa simpatia per i film complottisti che alla fine "non spiegano niente" e che puntano soltanto sulle atmosfere paranoiche (un po' come certi film horror che si basano solo sulle atmosfere). Comunque ha il pregio di essere privo di retorica: la sfiducia verso le istituzioni e la mancanza di indulgenza verso il sogno americano sono probabilmente un effetto dello stesso Watergate.

0 commenti: