28 marzo 2006

Wallace & Gromit - La maledizione del coniglio mannaro (N. Park, 2005)

Wallace & Gromit – La maledizione del coniglio mannaro
(Wallace & Gromit in The curse of the were-rabbit)
di Steve Box e Nick Park – Gran Bretagna 2005
animazione con plastilina
***

Visto la settimana scorsa, al cinema Maestoso.

Sono un fan dei personaggi di Nick Park sin da quando ho visto per la prima volta lo splendido "The wrong trousers" al festival di Annecy, a metà degli anni '90. Attendevo perciò con impazienza questo loro primo lungometraggio (il secondo della Aardman dopo "Galline in fuga"), che fra l'altro ha pure vinto meritatamente l'Oscar a discapito di Tim Burton ("La sposa cadavere") e Miyazaki ("Il castello errante di Howl").
La pellicola mi è piaciuta molto, è divertente e movimentata. Però, viste le aspettative elevatissime, un po' di delusione c'è: in fin dei conti la storia non è più complessa di quella dei cortometraggi, anzi tutto sommato poteva essere raccontata nei soliti 25-30 minuti dei film precedenti. Avrei gradito che il maggior tempo a disposizione fosse stato sfruttato meglio. E se Wallace e soprattutto Gromit continuano a essere dei veri mattatori, i personaggi di contorno mi sono sembrati un po' debolucci: i conigli non valgono le pecore di "A close shave", mentre la nobildonna di cui si innamora Wallace e il suo spasimante cacciatore sono decisamente stereotipati. Manca, insomma, un tocco surreale e geniale come quello del pinguino che si traveste da pollo in "The wrong trousers".
Come sempre, scenografie, luci e regia sono quasi perfette, e l'animazione con la plastilina è al top: sul grande schermo della sala cinematografica è possibile addirittura vedere le impronte digitali degli animatori che appaiono e scompaiono – fra un fotogramma e l'altro – sui volti dei nostri eroi!

2 commenti:

Teo aka BaLdUrIaN ha detto...

La scena della lotta di Gromit sull'aereo a gettoni va inserita nella storia del cinema (insieme al portamonete vezzoso del cagnaccio)

Christian ha detto...

Hai ragione, quella scena è fortissima. Quasi all'altezza dell'inseguimento sul trenino in "The wrong trousers", con Gromit che deve mettere giù i binari mentre il treno procede!